7° TAPPA GIRO HANDBIKE – FINLISSIMA DI TORINO

3° Classificato – Categoria H4

Arrivare Terzo al Giro d’Italia Handbike era un risultato che quest’anno non avevo calcolato né tantomeno un obiettivo che mi ero prefissato. E forse proprio per questo l’emozione che ho provato nel tagliare il traguardo domenica nell’ultima tappa di Torino è stata talmente intensa da rigarmi le guance di lacrime.

Si è conclusa così nel migliore dei modi la stagione agonistica di quest’anno. Una stagione lunghissima fatta di tanto sacrificio, tanti allenamenti, tanti chilometri percorsi e oltre 20 gare ufficiali disputate. Una stagione bellissima piena di immagini indelebili, di gioie, aspettative, qualche delusione, alcune medaglie, una maglia di campione regionale Veneto e per finire questo inaspettato terzo posto al giro d’Italia

Ma a rendere davvero speciale questa annata non sono state le medaglie vinte o i piazzamenti raggiunti, sono state le persone incontrate lungo le strade del nostro fantastico Paese, sono stati gli Atleti con la A maiuscola che praticano questo sport, i loro accompagnatori, gli organizzatori di tappa,  i compagni di squadra.

Ogni weekend diventava motivo di incontro, opportunità per rivedere e conoscere un po’ alla volta e sempre più in profondità le persone che fanno parte di questo mondo, o ancora meglio, di questa Famiglia dell’Handbike. Ora che la stagione è terminata e che finalmente potrò godermi un po’ di riposo mi domando già se le domeniche di gara cariche di tensione e qualche volte di stress mi mancheranno un pochino. Conoscendomi so già che nei prossimi mesi in attesa della nuova stagione saprò comunque come impegnare il tempo e non mi annoierò di certo.

Ma questo pensiero mi ha fatto capire quanto importante sia stato l’aspetto umano che circonda questo sport, quante emozioni sia stato in grado di farmi vivere. Un mondo fatto di centinaia di storie diverse, accumunate da un unico filo conduttore, la voglia di non arrendersi mai, la determinazione nel vincere le avversità della vita con il sorriso, la scelta consapevole che attraverso la fatica ed il sudore si può ricominciare una nuova vita.

Domenica mentre venivo premiato la Gioia era incontenibile e quello che più mi ha fatto piacere è stato sentire l’applauso che ho ricevuto. Ho pensato a quelle volte in cui anche io ho assistito alle premiazione di  avversari o compagni di squadra. Ho pensato a come sul podio ci sia posto solo per 3 atleti  ma anche di come non ci sarebbero gare senza la presenza di tutti gli altri, non ci sarebbe una Famiglia se a fine gara non fossimo in centinaia a scambiarci commenti, complimentarci, raccontarci le nostre vite, applaudirci e consolarci

Per questo il mio grazie va a tutti gli Atleti che hanno partecipato a questa emozionante stagione, a tutti gli accompagnatori, a tutti gli organizzatori e le società di appartenenza con l’Augurio di rivederci tutti ancor più numerosi l’anno prossimo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.