Siamo nati per vivere di emozioni che solo lo Sport sa regalare!

Ho partecipato alla mia prima ed unica maratona nell’aprile del 2017 a Roma. Coincideva con la mia prima gara di Handbike e tutta la corsa è stata caratterizzata da una pioggia torrenziale che riduceva di molto la visibilità e rendeva il percorso estremamente scivoloso e in alcuni punti pericoloso. Ricordo come fosse ieri l’emozione che ho provato nei giorni precedenti. Per me era tutto nuovo, l’handbike mi era stata prestata, mi allenavo da pochi mesi e non avevo mai percorso distanze superiori ai 40 km e cercavo nei miei compagni di squadra rassicurazioni e consigli. Il giorno della maratona ero emozionatissimo ed euforico e nonostante le avversità metereologiche l’esperienza alla fine si è rivelata a dir poco esaltante. Da allora di gare ne ho affrontate tante e assieme a me c’è sempre stata Valeria ad accompagnarmi e sostenermi nei momenti che precedevano la partenze per poi aspettarmi all’arrivo al termine della gara.

17760007_10212942379260966_6419229965627732780_n

Pochi giorni fa la maratona di Venezia. Ma questa volta l’atleta non ero io. Per una volta ho vissuto una gara a ruoli invertiti. Perché  Valeria, che non correva né faceva attività fisica da un po’ di tempo, a capodanno come promessa a se stessa decise che avrebbe corso una maratona. Non che io non le credessi, conosco le sue potenzialità e sapevo che se si fosse impegnata ci sarebbe riuscita alla grande, ma non ero convinto che quelle parole fossero davvero dettate dalla volontà e dal desiderio di farlo, ma fossero, come molto spesso accade, promesse strampalate e mai mantenute che si dicono tra un brindisi e l’altro.

E invece eccoci qua a raccontare l’emozione che ho provato ad aspettare al traguardo il suo arrivo in una gara ancora una volta caratterizzata dall’acqua. Perché come sempre Valeria non si smentisce mai e tra tutte le maratone possibili ha scelto quella che, seppure più vicina a casa, è forse la più difficile da raggiungere soprattutto se ci si muove su una sedia a rotelle. Mettiamoci poi il vento, la pioggia e l’acqua alta…vi lascio immaginare l’epopea per arrivare al traguardo.

Ma ogni sacrificio poi viene sempre abbondantemente ripagato. Non pensavo si potesse essere così tanto emozionati nell’aspettare e vivere quei momenti che precedono l’arrivo. Per prepararsi ad affrontare la maratone le ci sono voluti mesi di preparazione, allenamenti continui e programmati, una corretta alimentazione e tanta forza di volontà. Tutte fatiche ripagate da quel solo istante in cui scorgi all’orizzonte il traguardo e capisci di avercela fatta. E stare lì in attesa che sia lei a tagliare il traguardo mi ha fatto vivere emozioni forse ancora più grandi di quando la gara la vivo dal “di dentro”44965611_10156743507619605_8867732823302209536_n

E ripensando a quella promessa capisco ancora una volta che avvero ogni traguardo è possibile solo se lo desideriamo davvero, che ogni ostacolo è superabile quando c’è la volontà di raggiungere i propri obiettivi, quando dimentichiamo le scuse e ci concentriamo sulle soluzioni.

Ed è stato bello cambiare per una volta il punto di osservazione e capire cosa prova Valeria nel seguirmi alle gare, cosa provano tutte quelle persone che circondano il nostro mondo dell’handbike e che nonostante i sacrifici amano e continuano a seguirci in giro per l’Italia e non solo.

Ma capisco anche tutte quelle persone che gravitano attorno al mondo dello sport e ad eventi come questo…perché in fine dei conti siamo nati per vivere di emozioni che solo lo Sport  sa regalare!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.